Damanhur alle Nazioni Unite a Ginevra

Ott 27, 16 Damanhur alle Nazioni Unite a Ginevra

tanji_ulitan_share_experience copy

GIOVEDÌ . CONDIVIDERE ESPERIENZE

Damanhur intrattiene un gran numero di relazioni con altre realtà ed è anche parte di reti molto importanti come il Global Ecovillage Network (GEN). GEN ha uno status riconosciuto di “consulente” presso l’agenzia Ecosoc delle Nazioni Unite; grazie a questo, Damanhur ha potuto presentare il gemellaggio con Guedé Chantier in Senegal, a Ginevra, presso la sede delle Nazioni Unite, durante il Human Rights Council del 27 settembre. Macaco Tamerice, invitata per presentare il progetto, ha illustrato in particolare il workshop sulla trasformazione del cibo tenuto da Pellicano Altea e da lei stessa lo scorso marzo, in Senegal, per dimostrare come il sostegno reciproco tra una comunità del Sud globale e una del Nord globale possono sostenere gli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile (SDGs) delle Nazioni Unite e dare un contributo, tra l’altro, al diritto al cibo.

L’edificio dell’Onu a Ginevra è la seconda sede ufficiale delle Nazioni Unite e tutti gli eventi legati ai diritti umani vengono tenuti qui. È largo un km e mezzo e si sviluppa su diversi piani; è praticamente una città, piena di sale conferenze di tutte le ampiezze, uffici, ristoranti, posti dove parlarsi, fare fotocopie, zone internet etc. È qui che si incontrano i rappresentanti degli Stati, i referenti di innumerevoli ONG (Non-Governmental Organization), e tantissime persone che lavorano per le Nazioni Unite.

un

Gen aveva a disposizione 90 minuti, suddivisi tra Kosha Anja Joubert, nominata al Right Livelihood Award, che ha parlato di Gen International in generale, Leila Dregger di Tamera, che ha riferito del progetto RefuGen, un’architetta svizzera, che ha creato il legame con la sostenibilità nelle città, e Macaco, che appunto ha parlato del nostro progetto di gemellaggio con Guedé Chantier.

Inizialmente, la presentazione doveva essere in una delle migliori sale ma, poiché gli Stati hanno la precedenza sulle ONG, la sala all’ultimo è stata assegnata al Primo Ministro dell’Irak e la presentazione spostata in una sala molto grande ma periferica. Per questo motivo, pur essendo presenti tutte le persone interessate, non c’erano purtroppo persone curiose di passaggio.

La presentazione ha raccolto grande interesse e ci sono stati molti apprezzamenti per il progetto. Si sono creati nuovi legami con molte persone incuriosite da Damanhur e dai suoi progetti.

È stata una grande emozione poter parlare di Damanhur, della Damanhur Education e dei Templi in un contesto così importante.

Share