I racconti del Tempio Bosco Sacro

Gen 22, 15 I racconti del Tempio Bosco Sacro
Share


Ecco il primo di una serie di racconti della vita quotidiana nel Tempio Bosco Sacro di Damanhur! Il Bosco è una regione di Damanhur sopra i Templi dell’Umanità.

Sta passando un altro inverno che assomiglia di più a una fresca primavera, e assaporiamo ogni momento di sole, mentre ci prepariamo al grande freddo che, dice il meteo, sta per arrivare dal Nord Europa. Intanto, è un piacere passeggiare nel bosco e percorrere i Circuiti, i Labirinti in pietra che trasformano in opera artistica ogni radura e ogni sentiero.

L’inverno, quando le energie degli alberi non stanno germinando e le loro forze sono concentrate maggiormente nelle radici, è il momento migliore per godere appieno dell’effetto rigenerante dei Circuiti sul corpo e sullo spirito. I Labirinti creano un’alchimia tra l’energia solare, le fasi lunari, gli elementi e il mondo vegetale, creando una combinazione unica che nutre maggiormente le piante e i mantiene attivi i Circuiti stessi, in modo che la loro azione sia sempre attiva e benefica quando vengono percorsi. In questo modo, creano una speciale biosfera, che armonizza tutti gli elementi che si trovano nel loro raggio d’azione.

Con questo cielo azzurro e la Bella Dormiente – un’antica dea che le leggende dicono essersi addormentata e trasformata in montagna per sognare questa magica valle ‑ accarezzata dalla neve, anche il nostro umore diventa sereno e luccicante come i riflessi del sole sulle foglie di questo saggio olivo secolare, che oggi si gode anche il piacere del vento tiepido che soffia da Sud.